© Iago Corazza | iago@iago.com | P.IVA 03177341207
Gestisci cookie

ARMENIA, il regno delle pietre urlanti

giovedì 25 gennaio, ore 21,15 - Auditorium di Città Studi - via Pella 2 (Biella) - ingresso libero

Guarda le immagini

Armenia, il regno delle Pietre Urlanti

L’Armenia è un paese molto particolare ed estremamente interessante. Ma la cosa più interessante è che l’Armenia non dovrebbe esistere. Schiacciato tra Turchia e Azerbaijan, due stati di religione islamica che da sempre vorrebbero la sua evaporazione per potersi riunire ed un terzo paese islamico che spinge da sotto chiamato Iran, questo stato improbabile deve la sua sopravvivenza alla particolarità della sua storia. Ma soprattutto questa nazione esiste ancora grazie all’orgoglio e all’incredibile spirito identitario che lega indivisibilmente i suoi abitanti, che hanno tenacemente difeso la loro cultura nonostante le persecuzioni subite e le spartizioni del loro territorio decise forzatamente da altri Paesi. Immagini di grande forza e bellezza raccontano questo meraviglioso paese da angoli inaspettati lungo un percorso affascinante e commovente. Dall’orgoglio che traspare dalle espressioni degli armeni prenderemo spunto per presentare il nuovo e quinto manuale di Fotografia scritto per National Geographic, “MANUALE DI TECNICA FOTOGRAFICA – IL RITRATTO, FOTOGRAFARE LE PERSONE”. In questo volume, vengono esaminate le varie tecniche fotografiche necessarie a rendere magiche le immagini delle persone, a sfruttare le luci che le avvolgono, a trasferire l’unicità di un soggetto a chi vuole sapere non solo di lui, ma anche del fotografo che lo ha scelto e ne ha intercettato un frammento di vita. Come sempre quindi non un classico manuale, ma una vera guida arricchita da una serie di consigli, esperienze, emozioni utili per imparare a vedere, interpretare e realizzare i ritratti delle persone che, anche solo per pochi istanti, ci passano accanto. – Este incontra la fotografia – Memorial Guido Pavone

giovedì 25 gennaio, ore 21,15 – Auditorium di Città Studi – via Pella 2 (Biella) – ingresso libero